Tabebuia Lapacho in taglio tisana

Tabebuia Lapacho in taglio tisana

EUR 3,60

Grazie all'azione antibatterica e antivirale è prezioso per purificare l'organismo e in caso di influenza, bronchite, infiammazioni della bocca e delle gengive, faringiti, rinofaringiti, laringiti, sinusite, candidosi.

Disponibilità: Disponibile
Formato:
Tags: Tisane

Gli indigeni sudamericani raccolgono da migliaia d'anni la parte interna della corteccia di un albero chiamato appunto Lapacho (Tabebuia Avellanadae). Questo albero che cresce nelle foreste amazzoniche e nelle montagne di Paraguay, Argentina, Brasile e le zone montagnose della Bolivia e del Perù ha la particolarità che la sua corteccia appena tolta ricresce molto velocemente senza arrecare alcun danno alla pianta stessa.

Il Lapacho appartiene alla famiglia delle Bignoniacee ed è anche noto col nome portoghese di pau d'arcu, che significa "bastone per archi".

I suoi fiori I fiori sono gialli con varietà rosa, rossi e purpurei; il frutto è una lunga capsula legnosa con all'interno dei semi alati.

Ha un'azione antiossidante e un utilizzo simile a quello dell'Echinacea e del Ginseng e non contiene caffeina.

Il Lapacho può essere usato periodicamente come prevenzione durante la stagione fredda e tutte le volte che la possibilità di infezioni è elevata.

Il Lapacho contiene una notevole combinazione e concentrazione di sali minerali abbastanza rari o elementi in tracce: calcio, magnesio, fosforo, zinco, cromo, silicio, manganese, molibdeno, rame, ferro, potassio, sodio, cobalto, boro, oro, argento, stronzio, bario, nichel.

il LAPACHO (Tabebuia Avellanedae) inoltre vanta la presenza di

Antrachinoni, denominati anche fattori "A"
Naftochinoni, denominati anche fattori "N"

di cui, all'interno della corteccia ve ne sono 18 tipi, tra cui il Lapacholo

e poi ancora

vitamina K
coenzima Q10
flavonoidi
tannini
alcaloidi
saponine

Il Lapacho può essere consigliato a tutti.

Modalità d'uso dell'alimento:

Tintura madre (20 gocce in acqua per 3 volte al giorno prima dei pasti)

Corteccia sminuzzata (Tabebuia impetiginosa – decotto di 20 grammi di interno di corteccia in mezzo litro d'acqua per 10 minuti, da bere almeno 2 volte al giorno)
Consumarlo per almeno 60 giorni.

Non ha controindicazioni, da evitare durante la gravidanza.