Fitonutrienti, il tesoro di frutta e verdure

11/04/2011
Per rinforzare il sistema immunitario, prevenire le malattie da raffreddamento, ma anche per proteggersi dal cancro e combattere l'invecchiamento, possiamo aiutarci con i cibi giusti. Sono quelli più ricchi di fitonutrienti, ovvero i nutrienti provenienti dalle piante, che hanno colori, aromi e sapori molto forti e secondo molte ricerche sono le migliori guardie del corpo e della nostra salute. Si stima che in natura esistano più di 30mila fitonutrienti, ma fino ad oggi ne sono stati isolati e identificati soltanto un migliaio.
Ecco in quali cibi si trovano i più importanti e a cosa servono:

Antocianine
Carotenoidi
Catechine
Acido ellagico
Acido lipoico
Fitoestrogeni
Polifenoli
Sulforafano
Terpeni

Antocianine
Sono delle sostanze fondamentali per la buona salute e si trovano nei frutti di colore rosso e viola. Secondo recenti studi, queste sostanze sono in grado di migliorare la memoria a breve termine del 100% in appena otto settimane. Inoltre, stimolano il metabolismo facendo in mofdo che il grasso accumulato nel corpo venga utilizzato per produrre nuova energia.
Un dato confermato da una recente ricerca americana condotta su animali da laboratorio: chi aveva seguito una dieta ricca di grassi e antocianine aveva guadagnato il 24% di peso in meno rispetto agli animali nutriti solamente con alimenti grassi.
Le antocianine fanno bene anche al cuore , il consumo regolare di queste sostanze sembra in grado di ridurre del 30% il danno causato dall'infarto e aiuta il cuore a mantenersi più giovane.

dove si trovano:
Nell'uva rossa e nera, nelle ciliegie e nei frutti di bosco come mirtilli, more, lamponi e fragole.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Carotenoidi
Il betacarotene, la luteina ed il licopene appartengono tutti alla categoria dei carotenoidi. Si tratta di nutrienti che rafforzano la vista e potenziano il sistema immunitario. Hanno un ruolo fondamentale anche come antiossidanti che proteggono contro il cancro e gli effetti dell'invecchiamento. Recenti studi condotti presso l'Università di Harvard su più di 124mila persone hanno mostrato una riduzione del 32% del rischio di cancro al polmone in coloro che magiavano regolarmente una varietà di cibi ricchi di carotenoidi. Un altro studio condotto su donne che avevano completato la terapia per il trattamento del cancro al seno in fase iniziale, ha dimostrato che le donne con maggior concentrazione di carotenoidi nel sangue avevano una probabilità minore di una recidiva del cancro.

dove si trovano:
I carotenoidi sono pigmenti gialli, arancioni e rossi che si trovano in carote, albicocche, manghi, zucca, pomodori, papaya, pesche e tutti gli altri ortaggi e frutti di questi colori.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Catechine
Le catechine attivano i geni che bruciano i grassi nelle cellule dell'addome aiutando così a perdere peso ed in particolare a diminuire il grasso accumulato sulla pancia. Secondo una ricerca della Tufts University le catechine aumentano la perdita di grasso addominale del 77% e raddoppiano la perdita totale di peso.
Inoltre queste sostanze migliorano anche la capacità dell'organismo di utilizzare l'insulina secreta dal pancreas che previene i picchi di zuccheri nel sangue e le immprovvise diminuzioni che provocano poi il crollo dei livelli di energia, depressione e sbalzi d'umore. Gli scienziati hanno anche scoperto che l'epigallocatechina gallato (o EGCG), un particolare tipo di catechina che si trova in abbondanza soprattutto nel té verde, è 200 volte più potente della
vitamina E nell'eliminare i radicali liberi che danneggiano la pelle. l'EGCG aiuta a proteggere la cute anche dai danni prodotti dalle radiazioni UV

dove si trovano:
Tè verde e nero, mele, cioccolato, vino.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Acido ellagico
L'acido ellagico è una sostanza che rientra nella categoria dei flavonoidi, fitonutrienti che interferiscono con le fasi di sviluppo delle cellule cancerogene compromettendo la loro capacità di moltiplicarsi. L'acido ellagico, in particolare, incoraggia il processo naturale che si chiama apoptosi (morte cellulare) che è il modo con cui il corpo si assicura che le cellule cancerogene vengano uccise in modo che non possano più fare danni. Si è visto, inoltre, che l'acido ellagico possiede quasi la stessa efficacia di certi farmaci nell'interferire con i fenomeni cellulari che portano alla formazione di nuovi reticoli sanguigni nei tumori. L'acido ellagico aiuta anche a stimolare gli enzimi della detossificazione aiutando così il fegato ad eliminare le tossine ambientali e quelle alimentari e gli eccessi ormonali svolgendo così al meglio le sue numerosi funzioni vitali.

dove si trova:
Frutti di bosco, ciliegie, ribes, melograno, uva rossa e nera, cipolle rosse, pomodori, peperoni, mela (la buccia) e noci.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Acido lipoico
L'acido ellagico è un potente antiossidante che ha la capacità di spazzare via i radicali liberi collegati all'invecchiamento ed alla malattia. Inoltre, incrementa la produzione di leptina allinterno delle cellule, la quale, secondo i ricercatori, può fermare la produzione di grelina, un ormone legato all'aumento dell'appetito. In altre parole, l'acido lipoico, può aiutare a sopegnere gli attacchi di fame. Infatti, in alcuni studi scientifici le donne che assumevano acido lipoico hanno perso il 5% del loro peso corporeo nell'arco di sei mesi. Questa sostanza si è dimostrata in grado anche di aumentare i centri energetici delle cellule, chiamati mitocondri, aiutandoli a lavorare più efficacemente. E ciò si traducie in più energia per il nostro corpo: infatti, i ricercatori dell'Università di Berkeley hanno scoperto che l'acido lipoico raddoppia i livelli di energia.

dove si trova:
L'acido lipoico è presente in numerosi cibi come gli ortaggi a foglie verde scuro, nel cavolo, nella bietola e negli spinaci.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Fitoestrogeni
I fitoestrogeni non sono altro che ormoni estrogeni prodotti dal mondo vegetale. Essi giocano un ruolo fondamentale nell'aiutare a regolare gli ormoni nel corpo riducendo così il rischio di cancri ormono-correlati come quelli al seno e alla prostata. Rivestono, inoltre, una parte importante per il mantenimento del giusto equilibrio ormonale nel periodo della premenopausa (cioè circa 10 anni prima della menopausa) e della menopausa vera e propria.

dove si trovano:
I fitoestrogeni sono naturalmente presenti nei semi, nei cereali, in alcuni frutti e ortaggi e in gran quantità nei cibi a base di soia come il latte di soia ed il tofu.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Polifenoli
I polifenoli sono potenti antiossidanti con proprietà anti-infiammatorie. Inoltre, sono antiallergenici e ciò significa che aiutano a ridurre i processi biochimici legati alle reazioni allergiche. Secondo una recente ricerca, inoltre, possono essere di grande aiuto per combattere la stanchezza. La ricerca ha dimostrato che piccole dosi di cioccolato fondente (alimento particolarmente ricco di polifenoli), assunte nell'arco della settimana, riducono i sintomi della stanchezza cronica. Questo accade perché i polifenoli sono in grado di schermare le cellule del corpo dallo stress ossidativo, prima causa della stanchezza cronica.

dove si trovano:
Nelle noccioline, nei frutti di bosco, nel tè e nel cioccolato fondente.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Sulforafano
Secondo l'Istituto Americano di Ricerche sul Cancro, il sulforafano fitochimico è in grado di abbassare in soli 5 giorni i livelli degli estrogeni responsabili di stimolare il cancro. Questa sostanza arresta anche la crescita delle cellule cancerogene. In base ad un'altra ricerca broccoli e simili (ricchi si sulforafano) sarebbero in grado di intervenire nel meccanismo di sviluppo, nella prostata della cellula cancerogena, bloccandone l'evoluzione. Inoltre il sulforafano aiuta a dimagrire. Infatti, questo potente fitochimico aiuta la perdita di peso del 22%. Il sulforafano funziona rilasciando le tossine intrappolate che rallentano il metabolismo e aumentano l'accumulo di grasso nelle cellule.

dove si trovano:
IL sulforafano si trova nei broccoli, nel cavolo, nei broccoletti di Bruxelles, nel cavolfiore e negli altri ortaggi appartenenti alle crucifere. Si trova anche in tutte le verdure a foglia verde scuro.

Torna all'elenco dei fitonutrienti

Terpeni
Ci sono numerosi terpeni che svolgono azioni benefiche per la nostra salute, inclusi i limonoidi. Esistono circa 40 tipi di limonoidi e la ricerca scientifica ha dimostrato che essi svolgono una forte attività anticancerogena. Inoltre, aumentano significativamente la capacità del fegato di eliminare le tossine che abbiamo ingerito incluse quelle potenzialmente cancerogene. Ecco perché vengono considerati "fitonutrienti della salute": essi non soltanto prevengono numerose malattie, ma aiutano a guarire, rafforzano il sistema immunitario, danno energia, migliorano il funzionamento cellulare, rallentano il processo di invecchiamento ed aiutano a recuperare il giusto peso corporeo.

dove si trovano:
I terpeni sono contenuti in tutti gli agrumi: limoni, lime, arance e pompelmi. Ma per poterli assumere è importante magiare tutte le parti degli agrumi perché i limonoidi si trovano sia nel succo che nella buccia.

Torna all'elenco dei fitonutrienti