Il latte fermentato nell'alimentazione dell'anziano

01/04/2011
Durante l'invecchiamento assistiamo ad un'avanzante alterazione funzionale dell'apparato gastro-intestinale e ad un progressivo impoverimento della flora batterica che rende l'individuo anziano più fragile in situazioni di stress, in presenza di patologie e in corso di trattamento farmacologico. Con il passare degli anni il nostro organismo perde progressivamente la capacità di digerire il lattosio. Un consumo di kefir può ovviare a questo problema e permettere l'assorbimento di nutrienti fondamentali, come il calcio, in questa fase della vita. Inoltre l'assunzione regolare di una flora batterica varia e vitale può rinforzare quella esistente ormai indebolita. Una flora batterica bilanciata e "agguerrita" rende più difficile per i germi cattivi attaccare il nostro intestino; inoltre facilita e promuove la peristalsi intestinale aiutando a risolvere senza ricorrere a medicinali problemi di regolarità intestinale, così frequenti negli anziani.