Serenoa frutti in Tintura Madre

Serenoa frutti in Tintura Madre

EUR 8,90

flacone da 50ml
I frutti della serenoa svolgono un'azione riequilibrante sul sistema ormonale, principalmente maschile, e sono impiegati nel trattamento dei disturbi alla prostata e dell'alopecia (calvizie androginica).

Disponibilità: Disponibile

Consigli d'uso
30/50 gocce in poca acqua
2 o 3 volte al giorno,
secondo esigenze personali.

Serenoa repens, sin. Sabal serrulata

Origine

America (Florida), dove cresce al limite delle foreste di pini e sulle dune semisabbiose dalla Carolina alla California, in posizione soleggiata. La pianta era utilizzata dagli indiani della Florida per curare numerosi disturbi urologici.
Sinonimi

Palma nana (palmetto)

Serenoa Repens: le parti utilizzate sono costituite dai frutti maturi essiccati (bacche globose di colore blu-nero a maturità).

Serenoa: proprietà
I frutti della serenoa svolgono un'azione riequilibrante sul sistema ormonale, principalmente maschile, e sono impiegati nel trattamento dei disturbi alla prostata e dell'alopecia (calvizie androginica), che affliggono un gran numero di uomini. I principi attivi contenuti nella pianta sono steroli, acidi grassi liberi, carotenoidi, olii essenziali e polisaccaridi. Il meccanismo d'azione del fitocomplesso dipende dalla combinazione di un effetto antagonista sugli ormoni sessuali, con un'azione antinfiammatoria e diuretica.

La serenoa è utilizzata con successo nella cura delle malattie dell'apparato uro-genitale maschile, nell'ipertrofia prostatica benigna (BHP) al primo stadio, in cui predominano i disturbi urinari, "disuria". E' utile anche al secondo stadio, in cui aumenta la ritenzione urinaria, in quanto la proprietà diuretica stimola lo scarso flusso urinario, tipico di questa malattia, per cui la vescica non si svuota mai completamente, ma rimane sempre un residuo; permettendo il "lavaggio" delle vie urinarie e l'eliminazione dei batteri attraverso il flusso dell'urina.

L'azione antagonista è rivolta al legame tra diidrotestosterone e il recettore per gli androgeni. Il beta-sitosterolo, infatti, contenuto nei frutti della serenoa, inibisce l'enzima (la 5-alfa-reduttasi) implicato nella trasformazione del testosterone in diidrotestosterone, metabolita biologicamente attivo, che stimola la proliferazione cellulare, causando quindi l'ipertrofia del tessuto prostatico, e la formazione di forfora e sebo in eccesso sul cuoio capelluto, fino alla miniaturizzazione del capello e alla sua caduta. L'effetto antiestrogenico, è in grado di diminuire drasticamente i recettori degli estrogeni, che da un lato potenziano l'azione ormonale nello sviluppo della BHP; dall'altro sono tra le cause responsabili dell'impotenza maschile.

L'azione antinfiammatoria e antiedemigena, è dovuta dalla capacità della serenoa di ridurre la permeabilità capillare, indotta dall'istamina, e l'ostruzione cervicoprostatica. Numerosi studi hanno dimostrato che la pianta agisce in maniera specifica sulla cellula del tessuto prostatico, limitandone la proliferazione cellulare, che provoca l'ingrossamento e l'infiammazione della prostata. Questa congestione e aumento di volume, che si verifica nella maggior parte degli uomini sopra i cinquant'anni, comprime la vescica e restringe l'uretra, con conseguente difficoltà a urinare e frequente stimolo alla minzione.

Serenoa: descrizione
Palma nana a ventaglio (raggiunge tra i 2 e i 4 m di altezza) con foglie lunghe tra 1-2 m., aventi un semplice picciolo, provvisto di spine delicate e a cui sono attaccate 20 foglioline che variano tra i 50 e 100 cm di lunghezza. I fiori sono di colore giallognolo e il bianco e producono una densa infiorescenza lunga fino a 60 cm. Il frutto è una drupa di colore nero-rossastro e rappresenta per gli animali selvatici un'importante fonte di cibo.

Serenoa: habitat
È una pianta originaria del sud-est degli Stati Uniti, la Florida appunto; cresce soprattutto lungo le coste e lungo il litorale dell'oceano Atlantico in fitte boscaglie o nei sottoboschi di pini e latifoglie nel sud dell'Europa e nell'Africa del nord.

Serenoa: cenni storici
I nativi americani usavano le bacche come cibo, ma anche per curare diverse disfunzioni urologiche, infiammazioni della prostata, disfunzioni erettili e atrofie testicolari. Le donne hanno usato le bacche per trattare la sterilità, dolori mestruali e problemi di lattazione. Per almeno 200 anni è stato usato l'estratto secco per disturbi legati al sistema urinario e all'apparato riproduttivo. Già alla fine del secolo scorso, l'estratto era annoverato nella farmacopea ufficiale d'oltreoceano.
Attualmente, sono state eseguite diverse ricerche sugli estratti dei frutti, pubblicate sul Journal of the American Medical Association, e si è potuto dimostrare l'efficacia della serenoa nel trattamento dei sintomi della iperplasia prostatica benigna (ingrossamento della prostata e nella cura della calvizie maschile).

Costituenti chimici

Acidi grassi;
Componenti steroidei in grado di agire a livello ormonale.
La "droga vegetale" è costituita dal frutto maturo essiccato, ricchissimo di acidi grassi a catena media: acido oleico, laurico, miristico, linoleico, linolenico, palmitico, caprilico e caprico, per 2/3 in forma libera e per 1/3 esterificati. Sono presenti poi steroli, prevalentemente β-sitosterolo e il suo 3-glucoside, campestrolo e stigmasterolo; trigliceridi, triterpenio, polisaccaridi, flavonoidi, olio essenziale e acido antranilico.

Serenoa Repens In Erboristeria: Proprietà Della Serenoa Repens

La serenoa è un fitoterapico utilizzato nel trattamento dell'ipertrofia prostatica; gli estratti hanno infatti dimostrato un effetto anti-androgeno periferico, per interazione sul metabolismo del testosterone a livello prostatico, ed un'effetto inibitorio su lipoossigenasi e cicloossigenasi con conseguente azione antiinfiammatoria.
Meccanismo ipotizzato: la serenoa repens inibisce la 5-alfa-reduttasi (tipo 1 e tipo 2), enzima responsabile della trasformazione del testosterone in diidro-testosterone, suo metabolita attivo responsabile dello stimolo sulla proliferazione cellulare tipica dell'ipertrofia prostatica. Per i suoi effetti a livello ormonale, la serenoa repens è anche usata contro la caduta dei capelli (alopecia androgenetica), per uso orale e topico, proprio in relazione al blocco della 5-alfa-reduttasi.

La droga vegetale presenta anche un'azione antiflogistica che sembra dovuta ai polisaccaridi presenti nel fitocomplesso. Un certo ruolo potrebbe essere svolto anche dai fitosteroli che sarebbero capaci di inibire la fosfolipasi A2 e di conseguenza la trasformazione dell'acido arachidonico in prostaglandine ad azione flogogena ed in leucotrieni. Recenti ricerche indicano che l'estratto lipidico della droga vegetale inibisce anche la 5-lipo-ossigenasi e in parte anche la ciclo-ossigenasi.