Erisimo Sommità Fiorite in Tintura Madre

Erisimo Sommità Fiorite in Tintura Madre

EUR 8,90

flacone da 50ml
Erisimo in Erboristeria: proprietà dell'Erisimo L'erisimo è utile per alleviare le infiammazioni della gola, risolvere l'afonia e la raucedine associate a laringiti, faringiti e tracheiti, e placare le irritazioni delle prime vie aeree conse.

Disponibilità: Disponibile

Proprietà della tintura madre di erisimo
Le sommità fiorite di Sisymbrium officinale contengono oli essenziali, steroli, glicosidi, glicosinolati (sinigrina, glucococlearina, glucobrassicina), cumarine (umbelliferone, erniaria), flavonoidi (campferolo, quercitina, isoramnetina). Questi principi attivi conferiscono alla pianta attività antinfiammatoria, espettoranti e antisettica sulle vie respiratorie.

La tintura madre di erisimo per uso interno è impiegata nel trattamento delle infiammazioni della gola; in caso di afonia, disfonia (abbassamento o perdita momentanea della voce) conseguente a laringite, faringite; raucedine e tosse di varia natura. Le attuali conoscenze tendono ad attribuire queste proprietà alla presenza di mucillagini ad azione protettiva sulle mucose, e a composti solforati, simili a quelli del rafano, con attività fluidificante delle secrezioni bronchiali .

La soluzione idroalcoolica della pianta può essere impiegata per gargarismi per lenire la secchezza o le infiammazioni alle corde vocali di fumatori, attori, di coloro che lavorano con la voce, e contro il mal di gola.

Descrizione della pianta
L'erisimo cresce nei terreni incolti è comune nei terreni incolti, ai bordi delle strade e vicino ai centri abitati sia in pianura, che in montagna. Pianta annuale con fusto eretto (60 cm) e ramoso. Le foglie basali sono picciolate, pennate, con lobi dentati, mentre quelle superiori sono intere e astate. I fiori di colore giallino hanno dimensioni molto modeste e sono raccolti in grappoli. Il frutto è una siliqua di forma allungata, che contiene una ventina di semi oblunghi e scuri.

Preparazione
La "droga" (parte utiilizzata) corrisponde alla pianta fiorita raccolta tra maggio e agosto. Si utilizza la pianta fresca, poiché secca perde buona parte delle sue proprietà. La tintura madre di erisimo si prepara con rapporto in peso droga: solvente di 1:10 e gradazione alcolica di 65% vol.

Utilizzo
Le tinture madri non presentano controindicazioni se non quelle della pianta stessa, diluite in poca acqua possono essere somministrate a tutti, l'alcol in esse contenuto viene così diluito, per cui risulta innocuo. La tintura madre di erisimo è sconsigliata ai bambini.

Uso Interno: 30 – 40 gocce, 2 – 3 volte al giorno. La posologia max giornaliera consigliata è di 120 gocce.

Uso esterno: la soluzione idroalcoolica diluita 1:10 con acqua o l'infuso per fare gargarismi.