Salsapariglia Simul

Salsapariglia Simul

EUR 16,50

Flacone da 200ml
Integratore alimentare! La Salsapariglia favorisce le funzioni depurative ed il benessere della pelle.

Disponibilità: Disponibile
Tags: Integratori

La salsapariglia ha proprietà diuretiche, espettoranti, emetiche e depurative. La radice contiene numerosi principi attivi tra cui la smilacina, la salsasaponina, l'acido salsasapinico. Oltre a questi componenti nella salsapariglia sono presenti anche glucidi, colina, saponina, tannini, potassio e calcio.
La salsapariglia, secondo numerosi studi, si è dimostrata anche un buon fitodepuratore grazie alla sua tolleranza ai metalli e il basso accumulo di piombo, bario, zinco e cadmio nelle sue foglie, abbassando così il rischio di trasferimento del metallo alla catena alimentare degli erbivori. La salsapariglia è tradizionalmente utilizzata per i problemi legati alla pelle (eczema, dermatosi, acne).

La salsapariglia (Smilax aspera), appartiene alla famiglia delle Smilacacee. È una pianta arbustiva con portamento lianoso, rampicante, dal fusto flessibile e delicato, ma cosparso di spine acutissime.

Le foglie, a forma di cuore, hanno i margini dentati e spinosi, e spinosa è anche la nervatura mediana della pagina inferiore. I fiori, molto profumati, sono piccoli, giallicci o verdastri, poco vistosi e raccolti in piccole ombrelle; fioriscono, nelle regioni a clima mediterraneo, da agosto ad ottobre. I frutti sono bacche rosse, riunite in grappoli, che giungono a maturazione in autunno. Contengono semi minuscoli e rotondi. Insipide e poco appetibili per l'uomo, costituiscono una fonte di nutrimento per numerose specie di uccelli.

La Salsapariglia è una pianta originaria dell'America tropicale. Principalmente diffusa nell'Italia del sud, è frequente nelle zone ombrose, ai bordi dei campi e lungo le siepi, fino ad un'altitudine di 300 metri.

Cenni storici
La salsapariglia nel nostro paese è nota anche con il nome di "stracciabrache" e di "strazzacausi", questi termini indicano le possibili conseguenze dovute alla presenza delle acuminate spine nella pianta.

Quest'erba, strofinata vigorosamente, fa della schiuma saponosa, che assomiglia a quella dei cavalli quando sudano abbondantemente, da cui il nome di Salsa (schiuma) della pariglia (coppia di cavalli usata per traino carri, ecc.).

Il termine Smilace, derivato direttamente dal nome greco della pianta e comunemente usato, risulta legato al mito secondo il quale le Baccanti, dovendo compiere i loro riti tersicorei e non trovando l`edera per ornarsi il capo, usarono i tralci di Smilace, che hanno foglie simili ma spinose. Quando la danza divenne più frenetica, le acuminate spine della pianta cominciarono a trafiggere la fronte delle Baccanti le quali iniziarono ad urlare e gesticolare in modo inconsulto, facendo degenerare il rito in un vero e proprio baccanale.

Ingredienti per dose massima giornaliera pari a 6 cucchiaini (16,2 g): Salsapariglia (Smilax aspera) radice 5% 863 mg, Viola del pensiero selvatica (Viola tricolor) pianta 620 mg, Romice (Rumex crispus) radice 404 mg, Bardana (Arctium lappa) radice 404 mg, Saponaria (Saponaria officinalis) pianta 404 mg .Altri ingredienti: acqua; alcol etilico.

Modalità d'uso
1-2 cucchiaini diluiti in acqua, prima dei pasti.

Avvertenze
Per donne in gravidanza o in allattamento e bambini si raccomanda di sentire il parere del medico.
Non superare la dose giornaliera raccomandata.
Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età.
Questo prodotto non deve essere inteso come sostituto di una dieta variata.