Tronchetti della Salute

Tronchetti della Salute

EUR 9,80

flacone da 100 tronchetti
Per un fisiologico transito intestinale:senna (cassia),propoli,psillio,rabarbaro,chiodi di garofano, cannella, tarassaco e fermenti vivi uniti per il benessere del tuo intestino.

Disponibilità: Disponibile

I Tronchetti della Salute sono l'aiuto naturale ad un fisiologico transito intestinale. Aiutano a risolvere la stipsi (Lassativo Naturale).

Unendo i benefici di senna (Cassia), propoli, psillio, rabarbaro, chiodi di garofano, cannella, tarassaco e fermenti vivi le compresse di Tronchetti della Salute aiutano il nostro organismo a ritrovare la sua regolarità e a depurarsi dalle scorie e dalle tossine che esso produce.

La senna rappresenta uno dei lassativi più utilizzati al mondo. La sua attività purgante si ascrive alla sinergia che avviene tra i glicosidi antrachinonici presenti in abbondanza: i sennosidi A e B. La senna possiede, in particolare, tropismo elettivo nei confronti dell'intestino crasso, con conseguente attivazione della peristalsi, he promuove il movimento delle feci nell'intestino.

Tra tutti i lassativi antrachinonici, la senna è certamente la più usata e anche la più studiata. La senna è raccomandata per il trattamento della stipsi.
Considerato l'effetto lassativo abbastanza forte - non così blando come quello della cascara, né così marcato come quello dell'aloe succo - la senna, in particolare, è largamente raccomandata per trattamenti a breve termine (una o due settimane), in caso di stipsi acuta.

Prodotto naturale dell'alveare, il propoli è una miscela complessa di sostanze naturali che le api raccolgono dalle gemme di piante ricche di balsami e resine. La sua principale funzione è quella difensiva dagli agenti esterni dannosi all'alveare.

Il propoli è definito "l'antibiotico naturale" dalle molteplici proprietà: si rivela efficace soprattutto nelle affezioni dell'apparato respiratorio e del cavo orale per le sue riconosciute proprietà antibiotiche ed antinfiammatorie.
Nella sua formulazione liquida pratica nell'uso il propoli offre la sua massima efficacia.

La propoli è una prodotto costituito da sostanze resinose balsamiche che le api raccolgono sulle gemme di alcuni alberi (come pioppo, pino, ontano e quercia) e che arricchiscono mediante l'apporto di alcune sostanze definite "attive" e che comprendono flavonoidi, acidi e aldeidi aromatici, oltre a secrezioni salivari e cera.

Le mucillagini sono polisaccaridi di composizione chimica complessa, appartenenti alla categorie delle fibre solubili e dotati di effetto emolliente, protettivo, antiflogistico, lassativo - costipante.
La principale caratteristica dei semi di psillio è legata proprio al rivestimento mucillaginoso che li ricopre, che a contatto con l'acqua si espande fino ad aumentare di 25 volte il proprio peso. Il più noto effetto dello psillio, quello lassativo, dipende quindi dalla sua capacità di richiamare liquidi nel lume dell'intestino, gonfiandosi, aumentando il contenuto intestinale e stimolando di conseguenza la peristalsi e l'evacuazione. Questo effetto, chiamato "bulk forming", è tipico dei lassativi che aumentano ed ammorbidiscono la massa fecale (detti "meccanici"), particolarmente apprezzati per la loro sicurezza ed efficacia. Come tutti i lassativi appartenenti a questa categoria, per ottenere l'effetto ricercato, anche i semi di psillio devono essere assunti insieme ad abbondanti liquidi

Gli antichi romani e i greci usavano in modo massiccio il rabarbaro grazie alle sue proprietà terapeutiche; il suo utilizzo principale è quello lassativo, inoltre può portare alcuni benefici al fegato ed alla digestione. Da secoli è conosciuta la sua attività infiammatoria e, per uso esterno, viene impiegato, soprattutto in Cina, per curare scottature e ferite.
E' recente la notizia che riporta gli effetti antitumorali di un tipo di rabarbaro coltivato in Inghilterra; pare che la sua cottura prolungata per 20 minuti sia in grado di aumentare i livelli di polifenoli che sappiamo essere agenti chimici in grado di uccidere le cellule tumorali. Il rabarbaro viene impiegato in fitoterapia per combattere le infezioni dell'intestino; infatti, grazie alle sue proprietà, riequilibra la situazione della mucosa intestinale.

Già l'antica tradizione cinese ed indiana vuole l'uso dei chiodi di garofano per le loro proprietà antisettiche e antifermentative. Oltre ciò venivano usati anche come antispasmodici, analgesici, anestetici, tonici e stimolanti.

Oggi la medicina moderna ha potuto prendere atto che effettivamente questa spezia grazie all'eugenolo sono dei potenti antisettici e antifermentativi. Infatti sono ormai più che note le loro proprietà antimicrobiche tanto che lo stesso Paul Belaiche, il medico considerato tra i fondatori dell'aromaterapia, uno dei principali esponenti della moderna fitoterapia, considerava l'olio essenziale dei chiodi di garofano una delle "essenze maggiori" assieme alla santoreggia, al timo, all'origano ed alla cannella. Per questa sua azione è sempre stato molto usato nella medicina popolare come medicamento per uso locale (impacchi, cataplasmi, problemi dentali o gengivali).

In particolare l'eugenolo era ed è tutt'oggi molto usato in odontoiatria come disinfettante del cavo orale e come leggero anestetico nelle cure dentarie. Oltre ciò è caratterizzato da una spiccata azione antinfettiva, antivirale ed antibatterica nel trattamento di ascessi ed altre infezioni del cavo orale, nelle affezioni delle vie respiratorie e nelle infezioni delle vie urinarie; antinfiammatoria in particolare antireumatica ed antiflogistica; un'azione antiossidante; spasmolitica e carminativo nel caso di nausea, flatulenza e indigestione; ipnotica e sedativa soprattutto nel trattamento del mal di denti, nelle nevralgie ed anche nei casi di artrite reumatoide. E' stata inoltre osservata una azione antiaggregante piastrinica.

La cannella è un antisettico naturale in grado di combattere ed eliminare funghi, virus e batteri; per questo motivo negli ultimi anni si trovano in commercio dentifrici, colluttori e prodotti del genere a base di questa preziosa spezia.

Secondo recenti studi, i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of American College of Nutrition, è stato dimostrato come la cannella aiuti a regolare la percentuale di zuccheri nel sangue venendo così in aiuto a diabetici ed iperglicemici. Non solo, questa spezia, oltre a favorire il processo digestivo, rappresenta un ottimo strumento di prevenzione dei confronti della fermentazione addominale.

Uno studio condotto in Germania ha invece dimostrato come la cannella sia in possesso di proprietà aggessive nei confronti del fungo Candida albicans e del batterio chiamato Escherichia coli, responsabili entrambi di infezioni alle vie urinarie.
La cannella ha altresì un effetto stimolante ed ha quindi la proprietà di alleviare gli stati di spossatezza derivanti da malattie come l'influenza e la dissenteria; è antisettica per le vie respiratorie ed apporta benefici in caso di raffreddore ed alitosi.

Il tarassaco presenta varie proprietà farmacologiche, grazie soprattutto alle sostanze amare che caratterizzano anche il suo gusto: tarassicina e inulina. Molto note le sue proprietà diuretiche tanto da essere chiamato con nome piscialetto nella tradizione contadina.

Oltre alle sue proprietà diuretiche il tarassaco è in grado di favorire l'aumento di bile e il suo passaggio dal fegato all'intestino, ma non solo, ha anche proprietà antinfiammatorie, purificanti, e disintossicanti nei confronti del fegato. Gli effetti diuretici e l'abbondanza di potassio possono contribuire a regolare la pressione arteriosa e la quantità di fluidi corporei.

I fermenti dello yogurt favoriscono un rafforzamento batteriologico nel nostro intestino diminuendo la quantità di batteri negativi ed incrementando la flora intestinale benevola col risultato finale di apportare benefici al funzionamento dell'intestino. Hanno infatti la proprietà di ridurre la formazione di solfuro di idrogeno che è la causa dell'alitosi e del tumore al colon.

Un altro aspetto importante legato ai fermenti è la proprietà che esso ha di rafforzare il sistema immunitario contro l'attività di funghi, batteri e virus.
Una regolare assunzione di fermenti è in grado di favorire la digestione, apporta un buon contributo in termini di proteine, aiuta in caso di stitichezza, contribuisce a diminuire il tasso di colesterolo nel sangue ed ha proprietà espettoranti.

Le vitamine del gruppo B che vengono fornite dai hanno un'azione protettiva nei confronti del fegato e dell' intestino; l'acido lattico invece ha la proprietà di favorire l'assorbimento del calcio e del fosforo.

Per un consumo specifico di fermenti consigliamo di visitare le pagine relative al kefir in quanto nei tronchetti i fermenti sono solamente uno degli ingredienti di completamento.