Diuretico - Uva ursina plus

Diuretico - Uva ursina plus

EUR 14,50

Per migliorare la funzionalità delle vie urinarie un tandem dalla natura: Uva Ursina e Serenoa Repens. Non superare la dose massima giornaliera pari a 6 tavolette. Posologia 1-2 tavolette prima dei pasti

Disponibilità: Non disponibile
Tags: Benessere

L'Uva Ursina favorisce la funzionalità delle vie urinarie. E' una pianta tradizionalmente utilizzata nel trattamento delle infezioni delle vie urinarie. Il principio attivo è l'arbustina, attiva nei confronti di numerosi batteri, che manifesta l'attività antisettica nel tratto urogenitale soprattutto se l'urina è alcalina.
L'Uva Ursina è indicata nelle infiammazioni o infezioni delle vie urinarie, cistite acuta e cronica, uretrite, colibacillosi, ipertrofia prostatica con componente infiammatoria e infettiva, cistite da catetere.
Le foglie di Uva Ursina sono impiegate in fitoterapia contro numerosi ceppi batterici comunemente responsabili di infezioni del tratto urogenitale, perché agisce sia sull'infiammazione, che sull'infezione. Infatti l'Uva Ursina è in grado di determinare un'azione antimicrobica, antinfiammatoria e calmante lo stimolo continuo della minzione.
Tra i vari principi attivi che compongono il fitocomplesso dell'Uva Ursina , l'arbutina è un glicoside a struttura isochinolinica, capace di scindersi a contatto con le urine in glucosio e idrochinone. Quest'ultimo processo è favorito dall'alcalinità delle urine, quindi nel caso di quei batteri che rendono l'ambiente basico l'uso dell'Uva Ursina risulta più che mai appropriato; mentre nel caso di urine acide è bene alcalinizzare artificialmente col bicarbonato di sodio. L'idrochinone, insieme agli eterosidi fenolici ((6-10%,) presenti nel fitocomplesso, svolge un'azione antibatterica, specialmente nei confronti degli stafilococchi e dei Escherichia coli, responsabili della maggior parte delle infezioni urinarie.
I tannini gallici contenuti in notevole quantità nell'Uva Ursina proteggono le mucose delle vie urogenitali, ostacolando l'aderenza dei microbi all'epitelio; hanno proprietà astringenti in quanto contrastano l'eccessiva produzione di muco, prodotta dai tessuti infiammati. Questa attività, in particolare, risulta utile in caso di diarrea che spesso è associata proprio alla cistite.
Infine i triterpeni: acido ursolico e i flavonoidi: iperina, isoquercitina lavorano in sinergia con l'arbutina, esercitando un'azione diuretica e antinfiammatoria, utilissima nelle infezioni, caratterizzate da forte bruciore, che necessitano un risciacquo di tipo meccanico dei condotti urinari.
L'Uva Ursina può essere efficacemente prescritta in caso di cistite acuta, cistite cronica, nell'uretrite, nella colobacillosi. Un'indicazione d'uso interessante, in ambito geriatrico, è l'ipertrofia prostatica con componente infiammatoria ed infettiva e le cistiti da catetere.