Antiossidante Citrus plus

Antiossidante Citrus plus

EUR 12,50

Per un'azione rigenerante e antiossidante vitamina C allo stato puro: 89% di bioflavonoide complesso estratto dal Limone e frutti di Rosa canina, un tandem perfetto! Non superare la dose massima giornaliera pari a 3 tavolette. Non assumere in gravidanza!

Disponibilità: Disponibile

Nella buccia degli agrumi sono contenuti dei principi attivi denominati flavonoidi, conosciuti anche come vitamina P, che esercitano un'azione protettiva sulle pareti dei vasi sanguigni, regolandone la permeabilità e la resistenza. Sono utilizzati in caso di fragilità capillare, sindromi emorragiche in genere, emorroidi sanguinanti.
I bioflavonoidi non corrispondono pienamente alla definizione di una vitamina. Si tratta di sostanze idrosolubili, vivacemente colorate che appaiono spesso nella frutta e nelle verdure. Sono spesso presenti insieme alla vitamina C e sono stati scoperti contemporaneamente. I bioflavonoidi danno colore ai fiori, alle foglie e agli steli. In natura ne esistono almeno 500 varietà. I componenti dei bioflavonoidi sono la citrina, l'esperidina, la rutina, flavoni e flavanoli.
I bioflavonoidi sono stati scoperti dapprima nei segmenti bianchi degli agrumi e poi nei succhi. Vi è una quantità dieci volte superiore nella parte commestibile dei frutti a quella presente nel succo colato. In molte erbe sono stati scoperti bioflavonoidi antiallergici. Fonti di bioflavonoidi sono i limoni, le uva, le prugne, l'uva sultanina, i pompelmi, le albicocche, il grano saraceno, le ciliege, le more, le bacche della rosa canina.
Tuttavia i bioflavonoidi aiutano la vitamina C a mantenere il collagene, cemento intercellulare, in buone condizioni.
I bioflavonoidi agiscono da antiossidanti, impedendo l'ossidazione da parte degli enzimi contenenti rame, della vitamina C e della adrenalina. Essi inoltre chelano il rame dall'organismo. Sono vitali per il rafforzamento dei capillari e per diminuire la loro permeabilità. Queste azioni contribuiscono a prevenire emorragie e rotture di capillari, a sostenere i tessuti connettivi e a predisporre una barriera contro le infezioni.
La Quercetina ad esempio (un bioflavonoide) assunta con la vitamina C è efficace nella cura del raffreddore comune e ha anche un'attività antivirale contro la poliomielite, i reovirus, i virus Coxsackie e i rinovirus.
I bioflavonoidi sono sostanze antiinfiammatorie che esplicano azione antispasmodica e immunomodulante, sono utili nel rafforzamento dei capillari e possono contribuire a prevenire l'influenza. Si sono rivelati efficaci nel trattamento della fragilità capillare, e riducono al minimo le contusioni che si verificano negli sport da contatto, nelle persone predisposte agli ematomi ed in quelle ipertese.
La Rutina (altro bioflanoide) è particolarmente utile nella prevenzione delle emorragie frequenti dovute a vasi sanguigni indeboliti, viene usata nel trattamento delle vene varicose, delle emorroidi, dei crampi notturni ed altri problemi circolatori. Altri bioflanoidi sono utili nella cura delle ulcere e delle vertigini causate da labirintite.
Anche l'asma è stata trattata con successo con la somministrazione dei bioflavonoidi.
I bioflavonoidi e la vitamina C, in sinergia possono essere efficaci nella prevenzione dell'aborto abituale. Possono ridurre la gravità dei sintomi dell'Herpes, dei reumatismi e delle febbri reumatiche.
Il gemmoderivato di giovani germogli della Rosa Canina ha proprietà immunomodulante, cioè regola la risposta immunitaria dell'organismo, conferendo al preparato un'efficace azione contro tutte le forme di allergia. In particolare la sua assunzione migliora la risposta immunitaria a livello respiratorio nei soggetti a tendenza allergica e nei bambini. Le proprietà antinfiammatorie trovano un importante impiego terapeutico negli stati acuti che comportano alterazioni delle mucose nasali, degli occhi e delle prime vie aeree con conseguente produzione di catarro.
La Rosa Canina è consigliata nelle affezioni infantili come le tonsilliti, le rinofaringiti, otiti, tosse e raffreddore di origine infettiva oltre ad essere un ottimo rimedio nella prevenzione di allergie e nella cura di rinite, congiuntivite e asma dovute al contatto con pollini.
I frutti della Rosa Canina sono considerati le "sorgenti naturali" più concentrate in Vitamina C, presente in quantità superiore rispetto alle arance e limoni, e per questo in grado di contribuire al rafforzamento delle difese naturali dell'organismo. La loro azione vitaminizzante si lega a quella antiossidante dei bioflavonoidi, contenuti nelle polpa e nella buccia, che agiscono sinergicamente alla Vitamina C, ottimizzando la circolazione sanguigna.
L'benefico effetto sulla qualità del sangue è dovuto alla capacità della Rosa Canina di favorire l'assorbimento di calcio e del ferro nell'intestino, equilibrando il livello di colesterolo e contribuendo alla produzione di emoglobina; inoltre rende attiva la vitamina B9 (acido folico) dal leggero effetto antistaminico.
Poiché la vitamina C (acido ascorbico) non può essere sintetizzata direttamente dall'uomo, deve essere introdotta o con gli alimenti, se la dieta è buona ed equilibrata, o con l'integratore alimentare.
Lo stile di vita occidentale, l'inquinamento industriale, l'influsso di apparecchi elettronici e il fumo di sigarette sono tutti fattori che aumentano il nostro fabbisogno, per cui un'integrazione di vitamina C è praticamente necessaria.
La Rosa Canina è un eccellente tonico per fronteggiare l'esaurimento e la stanchezza, aiuta a sconfiggere lo stress; stimola l'eliminazione delle tossine, soprattutto gli acidi urici, che provocano gotta e reumatismi, attraverso la diuresi.
Le bacche della Rosa Canina hanno un'azione astringente dovuta alla presenza di tannini, utile in caso di diarrea e coliche intestinali.