Riso aromatico basmati

Riso aromatico basmati

EUR 3,00

Riso basmati a basso indice glicemico , adatto al regime alimentare dei diabetici.

Disponibilità: Disponibile
Tags: Riso

Basmati è una varietà di riso a chicco lungo, tipica dell'India settentrionale e del Pakistan. Riso BasmatiIl riso basmati si distingue dagli altri soprattutto in merito a due caratteristiche:
Tipico sapore di "pandan" (Pandans amaryllifolius: pianta erbacea tipica di queste zone), grazie alla presenza del composto aromatico 2-acetil-1-pirrolina; Basso indice glicemico, per le sue caratteristiche chimiche e nutrizionali.

Riso Basmati e Indice Glicemico

Secondo la Canadian Diabetes Association, il riso basmati cotto vanta un indice glicemico "medio", compreso nel range che oscilla da 56 a 69.

L'INDICE GLICEMICO

La scala dell'indice glicemico va da 0 a 100, dove quest'ultimo rappresenta il valore standard riferito a un carico alimentare di glucosio. Dal 70 in su, l'indice glicemico è considerato elevato, mentre dal 55 in giù è valutato come basso.

Rispetto al riso cotto bianco normale, che ha un indice glicemico di 89, il riso basmati è più adatto al regime alimentare dei diabetici, ma anche degli ipertrigliceridemici e degli obesi.
E' comunque necessario tenere a mente che l'indice glicemico (velocità di digestione dall'alimento e di assorbimento del glucosio) è una caratteristica da subordinare al carico glicemico (ovvero la quantità totale di carboidrati assunti con la porzione).
In pratica, l'indice glicemico svolge un ruolo determinante sull'impatto metabolico solo "a parità" di carico glicemico; sarebbe quindi inutile prediligere (ad esempio) un riso basmati rispetto ad una varietà comune per poi abbondare nelle porzioni.

Cenni Storici

Il termine "Basmati" deriva dalla parola "vasmati", che in sanscrito significa "fragrante".
Si ipotizza che il riso basmati sia stato inizialmente coltivato nel subcontinente indiano per molti secoli; la prima testimonianza scritta è riconducibile al libro Heer Ranjha, del1766 dC. L'alimento venne poi esportato in Medio Oriente dai commercianti indiani. Ecco perché, ad oggi, il riso basmati non rappresenta solo un ingrediente fondamentale della cucina indo-pakistana, ma anche della gastronomia persiana, araba e di molte altre della zona circostante.
L'India e il Pakistan sono gli unici produttori ed esportatori del riso basmati.

Produzione e Coltivazione

Le aree indiane di produzione del riso basmati sono gli stati di: Madhya Pradesh, Punjab, Haryana, Rajasthan, Jammu & Kashmir, Himachal Pradesh, Delhi, Uttaranchal, Uttar Pradesh e Bihar. La produzione totale indiana dell'anno 2011-2012, conclusa nel mese di giugno, fu di 5 milioni di tonnellate. L'Haryana costituisce il luogo principale, nel quale si oltrepassa il 60% della produzione nazionale.
In Pakistan, il 95% della coltivazione del riso basmati si svolge nella provincia del Punjab, dove la produzione totale dell'anno 2010 fu di 2,47 milioni di tonnellate.