Latte kefir: proprietà e benefici per la salute

28/02/2016

Il latte kefir è un toccasana per la nostra salute e anche un valido alleato della linea. Infatti, si tratta di un particolare latte (di mucca, di capra o di pecora) fermentato(apparentemente molto simile allo yogurt) contenente probiotici estremamente benefici per ripristinare l'equilibrio e il benessere di stomaco, fegato e intestino.

Il kefir può sembrare uno yogurt (ha un sapore più acidulo e più fresco) ma, a differenza di quest'ultimo, viene "prodotto" da diversi tipi di fermenti lattici e di lieviti. Questo "mix" si rivela particolarmente efficace (in misura maggiore rispetto allo yogurt classico) per ripristinare la flora batterica intestinale. E sappiamo quanto l'equilibrio della flora batterica sia cruciale per prevenire alcuni disturbi come la candida e per rinforzare il sistema immunitario contro l'aggressione di virus e batteri.

Inoltre, il kefir ha poche calorie e, facilitando il transito intestinale, assicura una pancia piatta e sgonfia. Infine, pare che i probiotici svolgano un'azione benefica complessiva anche nei confronti di alcune patologie di tipo degenerativo.

Vitamine e fermenti lattici preziosi

Il latte kefir subisce un processo di fermentazione differente rispetto allo yogurt. In questo processo, il latte kefir perde alcune vitamine (che lo yogurt mantiene) ma guadagna in concentrazione di vitamine del gruppo B (compreso l'acido folico) e in fermenti lattici.

Infatti, durante la fermentazione dello yogurt si producono soltanto due tipi di fermenti lattici (altri ne vengono aggiunti dopo) mentre la fermentazione del kefir dà vita a un numero elevato di probiotici (si formano, infatti, batteri lattici di diverso tipo e lieviti). Bere il latte kefir (o mangiarlo, a seconda della sua consistenza) può aiutare a prevenire la candida e a risolvere, tra le altre cose, la costipazione intestinale.

Tutto parte dalla pancia

Soprattutto in prossimità delle prime epidemie influenzali, quando si hanno bambini piccoli o ci si sente stanche e debilitate, è importante agire in via preventiva contro il possibile attacco di virus e batteri. Esistono molti modi per rinforzare efficacemente il sistema immunitario.

Dall'assunzione di specifici integratori (echinacea, vitamina C, propoli) sino al tradizionale vaccino antinfluenzale. Ma non tutti forse sanno che il sistema immunitario dipende, in primis, dal benessere intestinale. Quest'ultimo, a sua volta, è garantito da una flora batterica forte e resistente (i nostri batteri "buoni" e operosi contro virus e infezioni).

Il latte kefir, con il suo contenuto di probiotici, aiuta a ripristinare la flora batterica intestinale quando vi sono stati squilibri (per esempio: nel periodo premestruale, quando si mangia male, se si è stressate o dopo una terapia antibiotica).

Sgonfia l'addome

La pancia gonfia e tesa è un disturbo e un inestetismo che colpisce anche le donne magre. L'addome prominente può dipendere da diversi fattori.

Per esempio, da un'intolleranza alimentare (tipicamente al lattosio o ai lieviti) o, ancora, da una stitichezza ostinata. In quest'ultimo caso, si può definire il latte kefir quale alleato della silhouette e della pancia piatta. Grazie ai probiotici, il kefir facilita il corretto transito intestinale e, dunque, la conquista di un punto vita più sottile. Ma, soprattutto, una maggiore sensazione di benessere senza la pancia che "tira" e fa male.

Un disturbo comune a moltissime donne

La candida è un fungo che colpisce un numero sempre maggiore di donne e, per alcune, diventa un disturbo cronico che tende a ripresentarsi non appena le difese immunitarie si abbassano. A tal proposito, è emblematico il ricorrere della candida durante il periodo premestruale.

Per curare la candida occorre una terapia specifica prescritta dal medico curante. Ma si può fare molto sul lato della prevenzione, per ridurre sempre più gli episodi fino a debellarli. L'alimentazione gioca un ruolo chiave: chi soffre di candida dovrebbe limitare al massimo il consumo di zuccheri e cibi lievitati, preferendo alimenti ricchi di fermenti lattici vivi.

Infatti la candida è legata a doppio filo al benessere intestinale. E tende a manifestarsi quando la flora batterica va in crisi. Il latte kefir può rappresentare un'ottima prevenzione della candida, poiché va a ripristinare il benessere intestinale minacciato da stress, dieta scorretta, terapie antibiotiche o con farmaci antinfiammatori.

Un aiuto per la digestione

Il latte kefir può rappresentare anche un aiuto naturale per facilitare la digestione e in presenza di reflusso gastroesofageo. Infatti, il benessere dello stomaco è strettamente correlato alla salute dell'intestino.

Andando ad agire sulla flora batterica intestinale, il kefir migliora anche tutte le problematiche gastriche che originano da un intestino sofferente. Al contempo, il latte kefir è indicato anche per aiutare il fegato nel suo "duro lavoro". Per questo motivo, si tratta di un alimento che ben si sposa con regimi depurativi e disintossicanti. Anche perché il latte kefir contribuisce a tenere sotto controllo persino i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Il pieno di vitamine del gruppo B

Un ulteriore motivo per introdurre il latte kefir nella dieta, è la sua ricchezza in acido folico. Infatti, nel kefir sono contenuti elevati quantitativi di vitamine del gruppo B. Quest'ultime sono indispensabili per mantenere in equilibrio il sistema nervoso, per il corretto funzionamento del metabolismo e come antistress naturale.

Tra le vitamine del gruppo B, nel latte kefir è presente anche l'acido folico (vitamina B9 o folato). Questa preziosa vitamina è indispensabile in gravidanza poiché protegge il feto da malformazioni gravi. Una sua carenza durante la gestazione, infatti, potrebbe interferire con la chiusura del tubo neurale.

L'assunzione di acido folico, attraverso specifici integratori, è consigliata sin dal momento in cui si pianifica la gravidanza. Inserire il latte kefir nella dieta, quindi, non esclude l'assunzione di integratori di acido folico. Questi ultimi, infatti, sono necessari a prescindere dal tipo di dieta.


(fonte: donna moderna)